Il Jobs Act di nuovo sotto esame: la Corte Costituzionale dichiara illegittimo anche l’art. 4 del d.lgs. n. 23/2015 in materia di vizi formali e procedurali del licenziamento

di Maria Rosalia Megna -

Sinossi. Il commento ripercorre gli aspetti più salienti della sentenza della Corte Costituzionale che dichiara l’incostituzionalità parziale dell’art. 4 d.lgs. n. 23/2015, al fine di raffrontare tale decisione con le risultanze della pronuncia del 2018 e il più recente contenzioso costituzionale relativo alla disciplina dei licenziamenti nel Jobs Act. Alla luce del progressivo smantellamento sul piano giurisprudenziale di tale normativa, l’A. evidenzia l’urgenza di un intervento legislativo organico in materia, unendosi all’invito espresso dalla Corte Costituzionale al legislatore.

Abstract. The commentary retraces the most salient aspects of the Constitutional Court judgment which declares the partial unconstitutionality of the art. 4 d.lgs. no. 23/2015, in order to compare this decision with the findings of the 2018 verdict and the most recent constitutional litigation related to the dismissals regulation in the Jobs Act. Considering the gradual dismantling of this legislation in a jurisprudential way, the A. highlights the urgency of an organic legislative intervention in this area, joining the invitation expressed by the Constitutional Court to the legislator.