Intelligenza artificiale e regolazione delle relazioni di lavoro: prime riflessioni

di Giorgio Bolego -

Il saggio si propone di esaminare alcuni aspetti problematici della disciplina del lavoro nell’economia digitale. Dopo alcune osservazioni preliminari sulle trasformazioni in atto nel sistema economico-sociale del terzo millennio, il contributo individua nell’affermarsi dell’intelligenza artificiale la principale innovazione, di carattere trasversale, che determina un effetto sostitutivo delle abilità cognitive dell’uomo anche in relazione alle modalità organizzative delle imprese e del rapporto di lavoro, con importanti effetti sul piano occupazionale. Tali innovazioni, peraltro, lungi dal determinare la necessità di rivoluzionare le categorie tradizionali del diritto del lavoro, impongono una lettura aggiornata dei tradizionali istituti del diritto del lavoro tenendo conto del ruolo sempre più importante assunto dal concetto di algoritmo, che costituisce l’epicentro dell’innovazione tecnologica e di cui si propone una regolazione attraverso l’intervento della contrattazione collettiva.
The essay aims to examine some problematic aspects of work regulation in the digital economy. After some preliminary observations on the transformations underway in the economic-social system of the third millennium, the contribution identifies in the affirmation of artificial intelligence the main innovation, of a transversal character, which determines a substitutive effect of human cognitive abilities also in relation to organizational modalities of the enterprises and of the employment relationship, with important effects on employment levels. These innovations, however, do not determine the need to revolutionize the traditional categories of labor law, but require an up-to-date reading of traditional labor law institutions, taking into account the increasingly important role of the concept of algorithm, which constitutes the epicenter of technological innovation and whose regulation is proposed through collective bargaining.