Il contratto a termine nella fase post pandemica: archiviato o arricchito il Decreto Dignità? (prime osservazioni sull’art. 41-bis, l. n. 106/2021)

di Arturo Maresca -

Sinossi. La legge di conversione del d.l. Sostegni-bis ha modificato significativamente la disciplina del contratto di lavoro a tempo determinato prevedendo: a) che le causali introdotte dal Decreto Dignità potranno essere individuate anche dai contrati collettivi di cui all’art. 51, d. lgs. n. 81/2015; b) uno speciale rapporto di lavoro a tempo determinato che si caratterizza per la sua durata minima garantita (CTD-DMG) di almeno 12 mesi ed un giorno (e non superiore a 24), anche in questo caso saranno i contratti collettivi a predeterminare le “specifiche esigenze” a fronte delle quali questo contratto potrà essere stipulato. Queste due innovazioni hanno in comune la matrice collettiva che ne consente la realizzazione, divergono invece per la loro efficacia temporale. Infatti il CTD-DMG potrà essere stipulato fino al 30 settembre 2022, mentre le causali collettive sono inserite stabilmente nel nostro sistema. Le finalità che il legislatore persegue con il CTD-DMG sono chiare, si intende mettere in campo una misura di sostegno all’occupazione temporanea, ma di qualità in quanto si caratterizza per la stabilità di almeno un anno che dovrebbe consentire al lavoratore di attraversare questa fase di uscita dalla crisi pandemica in vista del ritorno alla normalità.

Abstract. The law converting the Sostegni-bis Decree significantly amended the discipline of fixed-term employment contracts by providing: a) that the reasons introduced by the Dignity Decree may also be identified by collective agreements pursuant to Article 51, Legislative Decree no. 81/2015; b) a special fixed-term employment relationship that is characterized by its guaranteed minimum duration (CTD-DMG) of at least 12 months and one day (and no more than 24), also in this case it will be the collective agreements that will predetermine the “specific reasons” which allow the stipulation of this contract. These two innovations share the collective matrix allowing their implementation but differ in their temporal effectiveness: the CTD-DMG can be concluded until 30 September 2022, whereas the collective “causali” (i.e., the reasons justifying the fixed-term contract) are permanently included in our system. The aims pursued by the legislator with the CTD-DMG are clear: it is intended to put in place a measure to support temporary employment, but of quality as it is characterized by the stability of at least one year which should allow the worker to pass through this phase of exit from the pandemic crisis towards the return to normality.