I licenziamenti economici come (temporanea) extrema ratio: le proroghe del blocco dal d.l. n. 104/2020 alla Legge di bilancio 2021

di Franco Scarpelli -

Sinossi. L’articolo ripercorre le successive proroghe del divieto temporaneo dei licenziamenti individuali e collettivi per motivi economici, originariamente introdotto dall’art. 46 del d.l. n. 18/2020 e successivamente prolungato dal d.l. 104/2020, poi dal d.l. 137/2020 e infine dalla Legge di bilancio 2021. Con riferimento alle disposizioni dell’art. 14 del d.l. 104 viene approfondita la dibattuta questione dell’applicazione selettiva o generalizzata del divieto, optando per la seconda ipotesi. Ulteriori considerazioni vengono dedicate ai dubbi sollevati sulla tenuta costituzionale del divieto dei licenziamenti e delle sue proroghe, optando per un giudizio positivo sulla legittimità della disciplina nel quadro del più ampio diritto emergenziale della pandemia. Ulteriori considerazioni sono dedicate alle eccezioni introdotte al regime di divieto da agosto in poi (soprattutto con riferimento agli accordi collettivi di cessazione consensuale del rapporto di lavoro) e alla specifica disciplina del d.l. 104, poi abrogata in sede di conversione, della revoca del licenziamento.

Abstract. The article traces the subsequent extensions of the temporary ban on individual and collective dismissals for economic reasons, originally introduced by art. 46 of the d.l. n. 18/2020 and subsequently extended by d.l. 104/2020, then by d.l. 137/2020 and finally by the 2021 Financial Act. With reference to the provisions of art. 14 of the d.l. 104, the debated issue of the selective or generalized application of the ban is explored, opting for the second hypothesis. Further considerations are dedicated to the doubts raised on the constitutional stability of the prohibition of dismissals and its extensions, opting for a positive judgment on the legitimacy of the discipline in the framework of the wider emergency law of the pandemic. Further considerations are dedicated to the exceptions introduced to the prohibition regime from August onwards (especially with reference to collective agreements for the consensual termination of the employment relationship) and to the specific discipline of the legislative decree 104 about the revocation of the dismissal, later repealed during the conversion of the decree.