Davvero i giudici sono soggetti soltanto alla legge?

di Roberto Romei -

Dopo aver brevemente descritto l’orientamento finora maggioritario della giurisprudenza della Corte di Cassazione secondo il quale la sanzione della reintegrazione si ha solo nel caso in cui il fatto contestato sia insussistente o corrisponda esattamente ad una condotta prevista dalla contrattazione collettiva come meritevole di una sanzione conservativa, il commento analizza la portata innovativa dell’ordinanza svolgendo alcune considerazioni critiche.

After having briefly described the so far prevalent opinion of the jurisprudence of the Court of Cassation according to which reinstatement occurs only in the event that the fact is non-existent or corresponds exactly to a conduct envisaged by collective bargaining as deserving of a conservative sanction, the commentary focuses on the innovative scope of the ordinance by carrying out some remarks.