Sulla conversione dei contratti a tempo determinato: tra qualifica di ente pubblico in house e associazione di diritto privato, nullità del termine e ragioni tecniche, produttive e organizzative o sostitutive

di G. M. Marsico -
La Corte di Cassazione, nella sentenza de qua (7 novembre 2023, n. 30939) ha il pregio di enucleare il principio per cui è illegittimo il termine imposto ad un contratto di lavoro da una associazione riconosciuta di diritto privato, distinta formalmente e sostanzialmente da un ente pubblico, in quanto non supportato da valide ragioni tecniche, organizzative o produttive. La decisione rafforza la posizione dei lavoratori interinali (Cfr. ex plurimis Trib. Genova 25 marzo 2011, in RIDL, 2012, 2, 418, nota di Premoli, Divieto di conversione dei contratti a termine illegittimi con la PA: la breccia è aperta, ma il muro non crolla; Cfr. C. Giust., 26 novembre 2014, C-22/14, Mascolo, pt. 91, in . . .