Sull’insussistenza del fatto materiale nella previsione dell’art. 3, comma 2, d.lgs. 23 del 2015

di Flavia Schiavetti -

Sinossi. Il commento affronta il tema dell’insussistenza del fatto materiale contestato nella previsione dell’art. 3, comma 2, d.lgs. n. 23/2015; l’autore dopo aver definito la nozione di fatto materiale contestato quale condotta disciplinarmente rilevante si sofferma sulla necessaria imputabilità, soggettiva ed oggettiva, al lavoratore della condotta e sui limiti imposti dalla novella legislativa al giudizio di proporzionalità. In conclusione dell’analisi l’autore si sofferma sulle conseguenze della mancanza di un nesso di causalità tra il fatto contestato ed il licenziamento del lavoratore.