Sull’efficacia degli accordi di gestione di crisi aziendali

di Riccardo Del Punta -

Sinossi. L’autore sottopone a esame l’affermazione della Corte di Appello di Firenze in merito alla non efficacia, nei confronti di un lavoratore iscritto a una sigla sindacale non firmataria, di una clausola, contenuta in un accordo sui criteri di scelta in un licenziamento collettivo, che aveva previsto una riduzione del preavviso rispetto alla misura fissata dal CCNL. La critica si focalizza sulla tesi della natura gestionale dell’accordo sui criteri di scelta, che la sentenza annotata ha assunto come premessa della propria conclusione. Secondo l’autore, di contro, gli accordi conclusi nell’ambito delle procedure di licenziamento collettivo sono nella loro interezza, in quanto integrativi di fattispecie legali complesse, tendenzialmente efficaci “erga omnes”, purché conclusi da soggetti rappresentativi del consenso maggioritario dei lavoratori. Nella seconda parte della nota, vengono altresì esaminati, sempre criticamente, gli argomenti impiegati dalla sentenza per escludere l’applicazione al caso di specie dell’art. 8, legge n. 148/2011.