Licenziamento discriminatorio: fattispecie, fattori discriminatori e onere della prova. La Cassazione mette ordine

di Francesca Marinelli -
Il commento si sofferma su quella parte della pronuncia della Corte di Cassazione che affronta – e chiarisce – alcune questioni di non scarso rilievo in materia di licenziamento discriminatorio, quali i confini della fattispecie (e, in particolare, il rapporto con il licenziamento per motivo illecito, nonché la relazione esistente tra le figure del licenziamento discriminatorio e per motivo illecito ed il licenziamento giustificato); la malattia come possibile fattore discriminatorio e, infine, il regime probatorio applicabile. L’A. sottolinea come le statuizioni della Corte appaiano non solo condivisibili ma anche opportune viste le contraddizioni che ancora circondano la figura in parola.