Licenziamento disciplinare e decorso del tempo

di Oronzo Mazzotta -

Il saggio, che prende spunto dalla sentenza n. 30985/2017 delle Sezioni unite della Corte di cassazione, si occupa del problema della collocazione del principio di immediatezza nell’esercizio del potere di licenziamento disciplinare all’interno della dinamica del contratto di lavoro. Individuata la natura del vizio in una violazione, da parte del datore, dei doveri di protezione (segnatamente dei paradigmi della buona fede e correttezza), il saggio si preoccupa altresì di dar conto delle logiche conseguenze cui conduce tale inquadramento giuridico sia circa la nozione stessa di “immediatezza” sia in ordine al controllo in Cassazione del decisione di merito.

The essay, which is inspired by the judgement n. 30985/2017 from the joint sitting of the Supreme Court, deals with the problem of placing the principle of immediacy in the exercise of disciplinary dismissal power within the dynamics of the employment contract. Identified the nature of the violation in a violation, committed by the employer, of the protection duties (especially the paradigms of good faith and correctness), the essay is also concerned with giving an explanation of the logical consequences which this legal framework leads to, both about the notion of “immediacy” itself and with regard to the check on the first judicial decision.