Legittimità dei controlli difensivi: la lesione patrimoniale in re ipsa e la previa autorizzazione del lavoratore sono ancora criteri adeguati? Il confronto sistematico con la normativa sulla privacy diventa indifferibile

di Silvio Sonnati -

Il commento si concentra sull’ammissibilità dei controlli a distanza in assenza di accordo sindacale o autorizzazione amministrativa. L’A. insiste sulla necessità che il giudicante, nel decidere l’ammissibilità di simili controlli, accerti l’effettiva sussistenza dei requisiti dell’illiceità della condotta e della sussistenza del danno e compia un sistematico confronto con tutte le discipline rilevanti in materia di controllo dei lavoratori.