La prova presuntiva nell’accertamento della natura discriminatoria e antisindacale di un trasferimento collettivo di lavoratori iscritti a un sindacato

di Chiara Bovenga -

Sinossi. Il Tribunale di Ivrea ha stabilito che qualora una condotta datoriale sia nel contempo discriminatoria e antisindacale si può fare applicazione dell’art. 28, co. 4, d.lgs. n. 150/2011 che ammette l’accertamento della discriminatorietà anche mediante prove presuntive. Ciò comporta un ulteriore alleggerimento dell’onere della prova per il ricorrente, poiché le presunzioni di cui parla la norma non possono considerarsi quelle di cui all’art. 2729 c.c.

La pronuncia è destinata a far discutere per la dubbia applicazione di alcune norme e il richiamo, altrettanto opinabile, ad alcune pronunce giurisprudenziali.