Ipotesi di mobilità volontaria del lavoratore pubblico e criticità applicative per i dipendenti di prima nomina

di Roberto Maurelli -

Lo scritto si occupa di tematiche relative alla mobilità dei dipendenti pubblici, con particolare riferimento alle ipotesi dell’assegnazione temporanea presso altra amministrazione (art. 42, d.lgs. n. 151/01) e della scelta della sede di lavoro più vicina al domicilio della persona da assistere portatrice di handicap in situazione di gravità (art. 33 della l. n. 104/92), verificando la compatibilità di tali istituti con il vincolo di permanenza quinquennale nella sede di prima destinazione (art. 35, comma 5-bis, del d.lgs. n. 165/01).

The paper deals with issues related to the mobility of public employees, with particular reference to the hypothesis of temporary assignment to another administration (art. 42, d.lgs. n. 151/01) and to the choice of the work station closest to domicile of the person to be assisted in the event of serious disability (art. 33, l. n. 104/92), verifying the compatibility of these institutions with the five-year permanence restriction in the place of first destination (art. 35, comma 5-bis, del d.lgs. n. 165/01).