“Doppia conforme” e inammissibilità del ricorso in Cassazione.

di Redazione -

Con la sentenza n. 10897/2018 (Cass., 7 maggio 2018, n. 10897), che si segnala, la Corte di cassazione ribadisce che nel caso di cd “doppia conforme” per evitare l’ipotesi di inammissibilità prevista dall’art. 348 ter, comma 5, c.p.c. il ricorrente deve indicare le ragioni di fatto poste a base della decisione di primo grado e quelle poste a base della decisione di appello e dimostrare che esse sono diverse tra loro.

La Redazione

Visualizza il documento: Cass., 7 maggio 2018, n. 10897

Scarica il commento in PDF