Il decreto dignità è stato convertito in legge con alcune modifiche.

di Redazione -

Il giorno 11 agosto è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la legge 9 agosto 2018, n. 96 che ha convertito, con modificazioni, il d.l. 12 luglio 2018 n. 87 (c.d. Decreto Dignità).

Rispetto alla prima versione (sulla quale si veda O. Mazzotta, Decreto dignità: i profili giuslavoristici, in www.quotidianogiuridico.it, 17 luglio 2018), il Decreto Dignità ha subito alcune modifiche.

Tra le varie novità, si segnala che:

– in materia di contratto a termine è stata inserita una disciplina del regime transitorio: le nuove norme in tema di rinnovi e proroghe non si applicano, come inizialmente previsto, dall’entrata in vigore del d.l. (14 luglio 2017), ma dal giorno 1 novembre 2018; inoltre è stato chiarito che la sanzione in caso di violazione delle regole limitative del contratto a termine è la «trasformazione in contratto a tempo indeterminato»; infine è stato portato al 30% il numero massimo di lavoratori assunti a termine (o somministrati a termine) rispetto al totale degli impiegati nell’impresa;

– con riguardo alla disciplina del licenziamento illegittimo, sono stati alzati i parametri minimo e massimo per l’offerta di conciliazione di cui all’art. 6 del d.l. n. 23/2015;

– sono state ampliate le ipotesi di ricorso alle Prestazioni Occasionali (PrestO): è ora possibile l’utilizzo per le aziende alberghiere e le strutture turistiche che abbiano alle dipendenze sino a 8 lavoratori; le comunicazioni inerenti alla prestazione potranno inoltre essere effettuate attraverso intermediari abilitati; la durata massima dell’utilizzo cresce da 3 a 10 giorni;

– lo sgravio contributivo per le assunzioni di giovani (già previsto dalla legge di bilancio per il 2018) è stato esteso a tutti gli under 35 (prima under 30) e prorogato sino al 2020.

Per un quadro completo di tutte le modifiche (che hanno riguardato anche le materie non strettamente giuslavoristiche, ma interessate dal decreto), si allega il testo aggiornato del decreto legge e il testo della legge di conversione.

La Redazione

Visualizza i documenti: d.l. n. 87/2018 con modifiche e l. n. 96/2018

Scarica il commento in PDF