Cassazione: anche i soci lavoratori di cooperativa nel computo dei dipendenti ai fini dell’applicazione della tutela reale

di Alessia Matteoni -
Sinossi. Dopo aver brevemente descritto l’impostazione tradizionale del rapporto di lavoro in cooperativa e l’evoluzione normativa e giurisprudenziale che ha portato all’approvazione della l. 3 aprile 2001, n. 142, il commento si concentra sulla portata innovativa della sentenza in esame che affronta la questione della computabilità dei soci lavoratori ai fini dell’applicazione della tutela reale ex art. 18 St. Lav. Poiché l’art. 2, primo comma, l. n. 142 del 2001 prevede l’applicazione ai soci lavoratori di cooperativa dell’art. 18 l. n. 300 del 1970 ogni qualvolta che col rapporto di lavoro non venga a cessare anche quello associativo, la Suprema Corte ritiene che gli stessi debbano rientrare nel novero dei lavoratori computabili per determinare la relativa soglia dimensionale di applicazione. Nella parte conclusiva il commento si sofferma sulla descrizione dei criteri di computo dell’organico aziendale.